Secondo la Camera di Commercio Portoghese del Regno Unito, la popolazione straniera è raddoppiata nell'ultimo decennio, superando ora la cifra impressionante di 800.000 nuovi arrivati. Questo afflusso non riguarda solo i pensionati, ma anche un mix eterogeneo di investitori, nomadi digitali e professionisti sotto i 50 anni che si riversano sulle nostre coste. Con un'età media delle donne espatriate in Algarve di 48 anni, è chiaro che non siamo qui per la sedia a dondolo, ma per l'avventura.


Ma con il mutare dei dati demografici, cambiano anche le nostre esigenze e aspirazioni. In un recente sondaggio condotto dall'Algarve Women's Network(AWN), un sorprendente 68% delle donne professioniste ha dichiarato di sentirsi "non supportato e limitato nel proprio sviluppo". Colpa della cultura del "lavoro da casa" che è diventata così prevalente; è difficile prosperare quando si è tagliati fuori dall'impulso di individui che la pensano allo stesso modo, dal cameratismo delle sfide e dei trionfi condivisi.


Ecco l'Algarve Women's Network: un'ancora di salvezza per la donna moderna e professionale della regione, condotta in lingua inglese. Fondato dalla sottoscritta e dalla dinamica Sharon Farrell, l'AWN è più di una semplice rete; è una comunità vibrante che pulsa con l'energia di professioniste motivate in cerca di connessione e crescita. La nostra missione? Creare uno spazio in cui le donne possano prosperare sia personalmente che professionalmente, dove possiamo imparare, sostenerci e ispirarci a vicenda.


Il nostro calendario è ricco di eventi pensati per accendere la scintilla della possibilità. Dai seminari accattivanti su temi come il marketing per le startup e l'utilizzo dell'intelligenza artificiale, ai ritiri benessere e alle escursioni adrenaliniche, c'è qualcosa per ogni donna che desidera arricchimento, crescita e avventura.


E mentre ci crogioliamo nel bagliore della Giornata internazionale della donna, è chiaro che la nostra comunità sta prosperando, raddoppiando le dimensioni ogni mese e rappresentando centinaia di donne provenienti da 28 Paesi e 16 settori. Abbiamo festeggiato nell'opulenta cornice di Vila Vita Parc, dove un'illustre schiera di relatori ci ha ispirato con storie di resilienza, creatività ed empowerment. Tra loro c'era Erika Harding, un'imprenditrice affermata le cui iniziative hanno avuto un impatto duraturo sulla nostra comunità. Poi c'è stata Andrea Otley, un'artista di talento le cui opere hanno abbellito gallerie dal Regno Unito a Pechino. Elaine Godley ha brillato come un faro di forza e resilienza, trionfando sul cancro per diventare una pluripremiata mentore della salute e del benessere. E non dimentichiamo Debby Burton, la cui incrollabile dedizione al sostegno dei Vigili del Fuoco dell'Algarve attraverso gli aiuti, il coordinamento dei soccorsi e l'impegno nella comunità incarna il vero altruismo. Abbiamo molte donne straordinarie provenienti da tutti i settori della vita e da ogni angolo del mondo.

Crediti: Immagine fornita; Autore: Cliente;
Katya Bauval, direttrice esecutiva di Vila Vita Parc, ha condiviso il suo punto di vista, affermando: "Coltivare una comunità locale di donne che fanno la differenza nel paesaggio dell'Algarve è fondamentale per lo sviluppo sociale ed economico della regione. A Vila Vita Parc crediamo nel potere della collaborazione e del sostegno e, attraverso la nostra partnership con l'Algarve Women's Network, miriamo a creare uno spazio in cui le donne possano prosperare".


Ma forse le vere protagoniste dello spettacolo sono state proprio le donne dell'AWN: eroine di tutti i giorni come Anne (nome cambiato), che è riuscita a sfuggire al marito violento e ha fondato un rifugio femminile per aiutare altre donne che si trovano ad affrontare situazioni simili, Alicia, che racconta la sua tumultuosa relazione con uno sciamano carismatico nel suo avvincente libro di memorie, vincitore di un premio, o Jan, che sfida le donne di Loulé a perseguire le loro attività da sogno, contribuendo al contempo a cause benefiche in questa regione. E non dimentichiamo Suzi, che all'età di 55 anni ha finalmente realizzato il suo sogno di avviare un'attività in proprio, per poi correre la sua prima maratona all'età di 62 anni. Un brindisi alle donne dell'Algarve: possiamo continuare a sollevarci, a darci forza e a ispirarci a vicenda mentre percorriamo questo bellissimo viaggio chiamato vita nel magnifico Algarve!


Per ulteriori informazioni, seguite l'AWN su Facebook.


Author

I am an advocate for community development and a champion for women's empowerment. My passion lies in leadership and innovation, and I am dedicated to using my voice and influence to nurture robust, entrepreneurial communities throughout Portugal. My mission is to cultivate a vibrant community of changemakers who are committed to pursuing their dreams and making a significant impact in their new country of residence. 

A multi-award-winning entrepreneur | Bestselling Author | Co-founder of Algarve Women’s Network

Kamila Laura Sitwell